Andrea Giuliano, i fascisti lo vogliono morto: sulla testa dell’attivista gay una taglia da 10mila dollari

“Hai finito di occuparti di quel frocio?”. A parlare è un agente di polizia di Budapest, si rivolge a un collega che ha appena ascoltato la testimonianza di Andrea Giuliano (foto più in basso, sulla destra): un attivista italiano. Era andato alla polizia per denunciare, perché aveva appena subito minacce di morte. E, da una stanza all’altra, ha sentito questo stralcio di conversazione tra i … Continua a leggere Andrea Giuliano, i fascisti lo vogliono morto: sulla testa dell’attivista gay una taglia da 10mila dollari

Il Capitale Umano verso gli Oscar? Intervista a Giovanni Anzaldo: “Proviamo a vivere di cultura”

Claudio Lolli cantava: “vecchia piccola borghesia, non so dire se fai più rabbia, pena, schifo o malinconia”. Dopo la Grande Bellezza di Sorrentino, un altro film italiano rappresenta l’Italia nella selezione del miglior film straniero in corsa per la nomination all’Oscar. Si tratta de Il capitale umano di Paolo Virzì, già vincitore del David di Donatello. Non è ancora la nomination vera e propria, ma … Continua a leggere Il Capitale Umano verso gli Oscar? Intervista a Giovanni Anzaldo: “Proviamo a vivere di cultura”

Hearts of Eagle, il calcio che torna in strada

“La grande popolarità che ha il calcio nel mondo non è dovuta alle farmacie o agli uffici finanziari, bensì al fatto che in ogni piazza, in ogni angolo del mondo, c’è un bambino che gioca e si diverte con un pallone tra i piedi”. Niente come questa frase di Zdeněk Zeman può sintetizzare lo spirito degli Hearts of Eagle: la squadra torinese composta dai rifugiati … Continua a leggere Hearts of Eagle, il calcio che torna in strada

Chiamo le cose con il loro nome. Intervista a Maria Carmela Lanzetta

L’INTERVISTA COMPLETA SUL MENSILE NARCOMAFIE DI APRILE Monasterace non è San Luca e neanche Casal di Principe. Quando si arriva si vede il mare e il borgo medievale, ma non si respira aria di mafia. La si percepisce, però. La si vede nei mostri edilizi sulla costa e dalle brutture architettoniche. E, sicuramente, da un turismo non sfruttato come questa terra meriterebbe. La si nota … Continua a leggere Chiamo le cose con il loro nome. Intervista a Maria Carmela Lanzetta

Migranti, gli invisibili delle campagne

Si è chiuso a Torino “Terra Madre”, incontro tra popoli e culture attorno al tema del cibo e della sostenibilità. Tra gli ospiti della kermesse anche Yvan Sagnet, Camerunense laureato al Politecnico di Torino, bracciante d’estate sui campi di Nardò, autore del libro “Ama il tuo sogno” edito da Fandango Libri. Le proteste dei lavoratori della terra, sfruttati, sottopagati e schiavizzati, si sono estese dal sud Italia a tutta la Penisola. Non escludendo nemmeno la regione che ha ospitato le comunità del cibo. Continua a leggere Migranti, gli invisibili delle campagne